Allenamento fasciale da Stafler

A lungo i ricercatori hanno cercato di comprendere come le gazzelle e i canguri potessero compiere salti così lunghi. Oggi si sa che le loro sorprendenti acrobazie sono possibili perché allentandosi in modo mirato, i tendini e le fasce delle zampe agiscono come veri e propri elastici in gomma. Analizzando i muscoli e i tendini della gamba umana è stato rilevato che anche nell’uomo si crea un’energia simile a quella delle gazzelle.

Le fasce, comunemente dette anche tessuto connettivo, sono costituite da un gigantesco intreccio ramificato e multistrato di fibre collagene, fibroblasti e numerose altre cellule che percorrono tutto il nostro organismo, costituendo così l’organo sensoriale più esteso del corpo umano. È come se le fasce avvolgessero gli organi e i tessuti muscolari come una guaina. Le fasce stabilizzano e mantengono eretto l’organismo e avvolgono muscoli e organi. Oltre alla funzione di sostegno e collegamento, si tratta di un sistema di guida e comunicazione per numerosi processi metabolici e regolatori. Le fasce sostengono il lavoro dei muscoli, come lo si può ammirare nella forza del salto compiuto da gazzelle e canguri. Di certo, compiere salti così lunghi è impossibile all’uomo, ma colui che allena le proprie fasce non farà altro che del bene alla propria salute. Se difatti vengono trascurate, le fasce possono incollarsi e portare ad indurimenti e, di conseguenza, a dolori all’apparato motorio.

Allenare le fasce per rimanere in forma
Gli scienziati sono d’accordo nell’affermare che uno stress continuo o carichi fisici eccessivi e sfavorevoli portano ad un indurimento e ad un infeltrimento delle fasce. Tensioni muscolari o una scarsa attività motoria possono portare ad un ristagno linfatico che incolla il tessuto fasciale circostante. Il risultato: la muscolatura interessata perde flessibilità e capacità motoria, compressioni dei nervi nell’area del tessuto incollato con il rischio di tensioni di lunga durata e dolori, anche cronici, alla schiena.
Tuttavia, è possibile allenare le fasce. Con i metodi giusti ed un allenamento mirato possiamo rafforzare a vita e mantenere in forma il nostro tessuto fasciale.

L’allenamento fasciale da Stafler con apposite istruzioni per continuare a casa
Ormai è già noto oltreconfine che da Stafler vi sono mani capaci di alleviare i dolori all’apparato motorio. Insieme all’allenamento fasciale, gli ospiti possono fruire anche di un’offerta fitness e di allenamento che in vacanza, in un ambiente piacevole, si può apprendere, interiorizzare e anche continuare a casa, senza grosse fatiche e senza costi aggiuntivi, e soprattutto senza farmaci. Vari studi scientifici confermano che anche solo 10 minuti per due volte a settimana portano ad un netto miglioramento dell’elasticità fisica.

“L’allenamento fasciale segue un approccio olistico. Come per Pilates, Tai Chi, Qi Gong o Yoga, si tratta di stimolare la concentrazione ed aumentare la percezione del proprio corpo”, spiega con entusiasmo Tanja Aukenthaler del team di terapisti di Stafler.

L’allenamento fasciale è un metodo di allenamento sportivo o chinesiterapico che mira a potenziare le caratteristiche del tessuto connettivo muscolare delle fasce. Con l’aiuto del proprio peso corporeo e del rullo in poliuretano espanso viene esercitata una pressione nella muscolatura scheletrica con l’intento di sciogliere le tensioni muscolari ed incentivare la circolazione sanguigna.
Stafler si è dedicato ormai da tempo ad un’offerta mirata per la salute dell’apparato motorio; del resto, le stesse proprietarie sono convinte che soltanto senza dolori si può assaporare al meglio una cucina gourmet ai massimi livelli e affermano che proprio i loro ospiti, anche nei soggiorni brevi, desiderano fare qualcosa per la propria salute.

Gli esercizi di stretching con il rullo in poliuretano espanso possono essere appresi anche senza particolari conoscenze. Poiché da Stafler si pone l’attenzione alle capacità e ai requisiti fisici di ciascun individuo, l’allenamento fasciale è preceduto da un colloquio personale con il terapista. Del resto, ogni persona è a sé. Un programma di allenamento specifico per ciascun individuo può aiutare ad alleviare e prevenire i dolori dell’apparato motorio.
“Ci si sente più flessibili e anche equilibrati”, raccontano con entusiasmo i partecipanti dell’allenamento fasciale da Stafler.
Durante la “Settimana BE HEALTH dedicata al wellness e alla salute” da Stafler, dal 13 al 21 maggio 2017, gli ospiti avranno l’opportunità di conoscere vari programmi di concentrazione e movimento di Yoga, Pilates, ginnastica moderna in acqua e di adattarli alle loro esigenze individuali con l’aiuto di un terapista esperto.